Please follow and like us:

FEF3F590-9545-468E-B812-10179594CCF5

Resilienza: capacità di assorbire un urto senza rompersi. In psicologia, il saper affrontare e superare un momento di difficoltà o un evento traumatico.

Riconciliazione: ristabilimento di un rapporto normale, temporaneamente deteriorato, in ambito affettivo, giuridico o anche politico.

Resilienza e Riconciliazione sono le parole chiave di questa stagione. Adesso mi è molto chiaro e me ne sono reso conto ieri mentre vedevo il resto dello stadio svuotarsi, mentre la Fiesole rimaneva al suo posto ad urlare “Frank! Frank!” per quasi 5 minuti.
La curva era lì illuminata dal sole. Piena di gente e gonfia d’Amore.
Come sempre.
Emozione unica.
Pura.

Mi sono passati davanti questi ultimi anni.
Impossibile non pensare ai fischi. Alle derisioni. Alle offese.
Ho sentito tutto ancora una volta. Ne ho sentito il peso.

E invece ieri ero davanti ad una festa. Una celebrazione.
Gioia. Entusiasmo
Leggerezza.
I fischiati, i derisi, gli offesi cantavano il proprio Amore.

Pochi mesi fa eravamo in un baratro. Disperati. Divisi. Impoveriti di quanto più bello e importante potessimo e potremo mai avere: il senso di appartenenza.
Questi anni di paure, di mediocrità, di cattiverie avrebbero potuto radere al suolo tutto. E invece no. C’è chi ha resistito. Chi si è piegato ma non spezzato. Nonostante le offese. Le cattiverie. Le schifezze. Nonostante tutto… la vera Firenze ha avuto il coraggio di non svendersi. Di non cedere alle bassezze o alle provocazioni.
E ieri lo urlava al mondo.
Perchè c’è chi ci ha dato di scemi del villaggio… e invece adesso veniamo definiti eroi.
Che differenza eh!?
Eppure siamo sempre gli stessi. Perdutamente innamorati di Firenze e della Fiorentina. Anche a costo di prenderne le distanze qualora fosse evidente che il nostro Amore venisse svilito. E per questo offesi. Emarginati.
Ma siamo rimasti lì nonostante tutto. Separati in casa. Ma fermi. Saldi nelle nostre convinzioni perchè profondo e sincero era il nostro Amore.
E ora festeggiamo, anche se nessuno dimenticherà mai cosa è stato. Mai. Anzi, ricordare è fondamentale. Non perchè non si voglia più voltare pagina. Ma sopratutto perchè quello che c’è adesso è frutto di tutta quella sofferenza. È lì il valore della resilienza: la consapevolezza.
Questi anni ci hanno reso più forti perchè più consapevoli di chi siamo e, sopratutto, di cosa non dovremo mai più essere.
E dalla consapevolezza si passa alla riconciliazione.

E quindi, se ripenso alla mia meravigliosa Curva Fiesole di ieri pomeriggio, ho un solo pensiero: abbiamo vinto.
A prescindere da come andrà quest’annata, abbiamo vinto.
Resilienza e Riconciliazione, appunto.

Ieri non era (solo) la gioia per 3 punti fondamentali.
Ma la definitiva celebrazione per aver ritrovato la vera anima di questa meravigliosa città. Perchè, si sa, “fin da quando ero bambino… è l’orgoglio mio più grande… quello d’esser Fiorentino”.

Re Artù.