Please follow and like us:
Questa vicenda va inquadrata nello spirito, nell’età e nell’entusiasmo dell’epoca. Dunque, quasi cinquant’anni fa , s’era ragazzi un po’ esuberanti, vivaci. Qualcuno con in temine di allora ci chiamava “scavezzacolli”. Ma certamente esagerava.
Di sicuro s’era pazzi, ubriachi di gioia perché da una settimana la Fiorentina aveva vinto il secondo scudetto.
Faccio una premessa: pur appassionato di calcio, non ero bono a nulla. Infatti giocavo a rugby. Con sommo dispiacere di‘ mì babbo che era stato un atleta e un buon calciatore (prima della guerra aveva giocato in C nell’Arezzo e in B nel Verona).
Nell’ambito dei festeggiamenti al Viola Club Pescia viene la malaugurata idea di organizzare una partita di calcio fra una rappresentativa dei Viola Clubs è una della Juventus Clubs della Valdinievole.
La partita della “riappacificazione”
Una specie di gemellaggio.
Mi vengono a trovare degli amici. Dei bravi ragazzi con i quali ci s’era conosciuti durante le trasferte. Che avevamo fatto insieme praticamente tutte, tranne la Sicilia. S’era stati anche a Cagliari, in nave. Per motivi economici.
Dunque, arrivano Alcatraz, Metrocubo, Macistino, Gozzilla, e Carnera
-Domenica c’è una partita un po’ particolare.Bisogna che tu giochi anche te.
-io? Ma vullo sapere. Son negato
-un’importa tu devi venire.
Naturalmente lo viene a sapere i mi babbo, al Viola club.
-Te a pallone? Ma se tu c’hai leticato da piccino. E poi chi c’è?
E io gli dico la formazione.
-ho belle capito. Non fate i bischeri.
Risultato finale:
Rappresentativa Viola Clubs Firenze batte rappresentativa Juventus Clubs Valdinievole per KO tecnico alla prima ripresa.
Tratto da #istantanee di Ermanno Ferrini