Please follow and like us:

Oggi l’Atalanta festeggia 110 anni di storia  e nel corso di una storia ultras ormai più che quarantennale, gli orobici hanno saputo conquistare l’ammirazione anche di tifoserie tradizionalmente nemiche, grazie al loro stile ruvido, alla predisposizione per lo scontro, accompagnata da una certa lealtà, al tifo incessante e ai numeri che riescono a fare in qualsiasi categoria.

Il primo gruppo a prendere forma in Nord è quello degli “Atalanta Commandos”, nel 1972, seguito da “Panthers”, “Ultras”, “Fossa Nerazzurra”, “Sbandati” e, soprattutto, “Brigate Nerazzurre” (1976).

All’inizio degli anni 80 si sciolgono i Commandos che lasciano la Curva in mano alle Brigate Nerazzurre che hanno una visione più “violenta”.
Nel 1983 nascono i “Wild Kaos” che affiancheranno le Brigate.
C’è un forte contrasto politico tra Brigate (sinistra) e Wild Kaos (destra), ma nei primi anni sembrano andare d’accordo, tanto che riescono ad organizzare coreografie spettacolari e uno dei primi copri-curva in Italia.

Durante Atalanta-Samp nel ’89 Brigate e Wild Kaos vengono alle mani in Curva creando una rissa gigantesca. Da lì in poi la Curva Nord rimane divisa fino alla nascita del gruppo “dell’Atalanta Supportes” con a capo il Bocia.
Il Bocia riesce a far convivere, più o meno,le due fazioni fini al 2003 quando Brigate e Supportes si presentano al luogo d’incontro dei Wild Kaos e gli sottraggono lo striscione, uno dei motivi fu la denuncia che i Wild Kaos sporsero contro ignoti nella trasferta di Salerno dopo essere stati presi a sassate, denuncia che valse il daspo agli ultras salernitani.

Nel 2005 si sciolgono le Brigate lasciando completamente il posto a Supporters che comincerà a indentificarsi sotto là striscione “Curva Nord Bergamo”.

Gemellaggi:

Ternana
Cosenza
Cavese
Eintracht Frankfurt
Innsbruck